Kaiak

A Philosophical Journey




  • Vincenzo Cuomo
    Eleonora De Concilis

Kaiak

A Philosophical Journey

"Kaiaʞ" è una rivista di filosofia on line fondata da alcuni ex membri della redazione della rivista Kainós, che per quattordici anni (2001-2014) ha svolto e promosso un’intensa attività di ricerca volta alla chiarificazione e alla critica, non solo filosofica, di temi e concetti prelevati dall’attualità – secondo il significato dell’aggettivo greco kainós: il nuovo, l’insolito, l’inatteso, l’impensato –, diventando nel panorama filosofico italiano, e in certa misura anche internazionale, un piccolo ma valido punto di riferimento per gli studiosi del contemporaneo. 
Fedeli all’esigenza di indagare il presente con sguardo acuto e disincantato, ma consapevoli della necessità di farlo con attrezzi teorici e posture critiche all’altezza dei tempi, usando parole-grimaldello capaci di far saltare i confini disciplinari, i fondatori di "Kaiaʞ" hanno deciso di tradurre l’avvenuta conclusione del loro precedente percorso con la scelta di un nome che, da un lato, rendesse il senso della rottura, anche antropologica, attraverso l’abbandono di un ‘eurocentrico’ termine greco, dall’altro comunicasse ulissicamente al lettore il carattere avventuroso della (ri)partenza attraverso un minuscolo strumento di viaggio.
"Kaiaʞ" si propone di funzionare come una rivista la cui specifica prestazione consista in un paziente lavoro di ibridazione e congiunzione del molteplice: nella tessitura di un patchwork filosofico all’interno dei dispositivi contemporanei. Il suo compito sarà dunque quello di raccogliere e trasformare ciò che emerge dalle striature del mare del presente, fabbricando nuovi concetti per mapparle e tracciarvi nuove rotte ed esperienze, mentre ai lettori e a coloro che a vario titolo vorranno collaborare, essa rivolge un invito umile ma radicale: mettere in questione il proprio rapporto con se stessi e con gli altri a partire dall’attenzione agli scarti del mondo, e senza disdegnare alcuna manifestazione della sua positività.

Editorial board

Valerio Adami Alessandro Arbo Roberto Barbanti Laura Bazzicalupo Rossella Bonito Oliva Gianfranco Borrelli Gennaro Carillo Adriana Cavavero Fabio Ciaramelli Mario Costa Lucio D'Alessandro Alessandro Dal Lago Roberto Diodato Daniele Goldoni Manlio Iofrida Jerrold Levinson Bruno Moroncini Vincenzo Omaggio Riccardo Panattoni Felice Ciro Papparo Antonello Petrillo Ulderico Pomarici Bernard Stiegler Ruggero Taradel Ruggero Taradel Giuseppe Tortora

Editorial office

Gianvito Brindisi Raffaele Di Stasio Antonella Fimiani Jean-Claude Lévêque Marco Pavanini Igor Pelgreffi Giuseppe Russo